Terre del Conero





In questa sezione troverete tante curiosità e approfondimenti sul nostro territorio, sulle sue tradizioni alimentari, sul mangiar sano e semplici ricette per gustare al meglio i nostri prodotti.

Qualità del grano e pasta italiana

Perché  preferire il  grano locale  a quello  importato dai Paesi lontani?. Pare che solo  il 50% circa del grano italiano venga utilizzato per realizzare la pasta. Il grano e altri prodotti alimentari esteri certamente non è detto che siano meno pregiati di quelli italiani. Il problema sta nel fatto che, quando un prodotto alimentare, più o meno deperibile, lo stocchi, lo trasporti in cargo da milioni di quintali che viaggiano in mare anche per mesi interi e poi lo movimenti di nuovo e lo depositi in altri silos all’interno di un porto mercantile, certamente devi prendere un bel po’ di precauzioni; perché in tutto questo tragitto al prodotto non deve accadere nulla, dato che è molto suscettibile ad infestazioni dovute a insetti, muffe e roditori. Pensiamo ad un grano raccolto e stoccato in loco, trasportato a malapena per qualche ora e depositato per essere poi molito dopo qualche mese. Certamente richiederà meno precauzioni. Difatti in molti centri di stoccaggio ci si attiene a tenere ben separate le partite, a controllare eventuali presenze di infestazioni e pulire e disinfettare i punti critici, cioè i silos e magazzini prima di essere riempiti, le bocche di carico/scarico, e molte volte non è necessario nessun trattamento preventivo. Poi dobbiamo tenere conto del fatto che i grandi compratori/speculatori del grano solitamente comprano, stoccano e hanno necessità di tenere il prodotto depositato anche per più di un anno, per giocare sull’andamento dei prezzi del mercato e speculare. Chi commercia grano è come una banca che invece di possedere valute, possiede granaglie. Quindi ogni Paese dovrebbe fare in modo per prima cosa di utilizzare i propri prodotti per il consumo interno, ma questo è il paradosso del mercato globale, all’interno del quale le merci partono da un posto, fanno giri vorticosi e poi magari tornano anche indietro con un prezzo maggiore. (dal Blog Lo Scienziato del cibo, 2011) . Approfondisci :

filmato Presa Diretta link: https://www.youtube.com/watch?v=dT4v3bSqmAM



Condividi su:


Terre del Conero Agricoltori per Natura, soc. coop. agr. Via Peschiera 30, 60020 Sirolo (AN) P.IVA 02474980428
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale